Sulla cima dell'Olimpo

Libera associazione di promozione d'arte, cultura, natura, gioco e divertimento
Sulla cima dell'Olimpo
Sulla cima dell'Olimpo shared Trastevere App's video.1 week ago
Chi non conosce Romeo, er mejo gatto der Colosseo?
Oggi, 8 Agosto, è la giornata mondiale del gatto, e noi di Sulla cima dell’Olimpo la festeggiamo condividendo questo bellissimo video.
Sulla cima dell'Olimpo
Trastevere App
Roma, anni 50, i Gatti che ritornano a popolare la città, un video commovente #comeravamo #indietroneltempo
Sulla cima dell'Olimpo
Sulla cima dell'Olimpo3 weeks ago
Notte d'incanto
notte d'incontro tra la dea Selene e il Dio Marte
Stanotte
Sulla cima dell'Olimpo
Sulla cima dell'Olimpo1 month ago
Si ma non siete curiosi di sapere l'argomento dei versi del frammento dell'Odissea ritrovato?

Non Circe,
niente sirene,
né Penelope che fila.

Ulisse, travestito da mendicante e straniero,
dopo un lunghissimo viaggio,
viene accolto dal porcaio Eumeo.

«[…] Vieni, entriamo nella capanna, vecchio; e dopo anche tu,
saziato di pane e di vino il tuo cuore,
dimmi di dove arrivi e quanti affanni sopporti».
Detto così, lo guidò alla capanna il porcaio glorioso,
lo fece entrare e sedere, e ammucchiò folte frasche,
e sopra stese la pelle vellosa d’una capra selvatica
– il suo giaciglio – ampia e folta. Godette Odisseo
che così l’accogliesse, e disse parola, gli disse:
«Zeus ti dia, ospite, e gli altri dèi immortali
quello che più desideri, perché m’accogli benigno».
E tu ricambiandolo, Eumeo porcaio, dicesti:
«Straniero, non è mio costume – venga pur uno più malconcio di te –
trattar male gli ospiti: tutti da parte di Zeus
vengono gli ospiti e i poveri […]».

Ecco.
Sulla cima dell'Olimpo
Sulla cima dell'Olimpo shared a link.1 month ago
Sulla cima dell'Olimpo
Sulla cima dell'Olimpo2 months ago
Oggi Roma vuota eh..
Tutti al mare
oppure
al Roseto con la Volpe!
Sulla cima dell'Olimpo
Sulla cima dell'Olimpo
Sulla cima dell'Olimpo2 months ago
Il 3 giugno nell’antica Roma si svolgevano le feste in onore di Bellona, dea della guerra (in latino bellum). A lei era dedicato un tempio fatto costruire nel 296 a.C. dal console Appio Claudio Cieco presso il Circo Flaminio (i resti sono ancora visibili vicino al Teatro di Marcello), come ringraziamento per la vittoria sugli Etruschi. All’interno del tempio (che si trovava al di fuori del Pomerium) venivano ricevuti dal Senato Romano gli ambasciatori stranieri e i comandanti militari.
Il culto dedicato alla dea Bellona, di carattere orgiastico e sanguinario, era presieduto da specifici sacerdoti chiamati Bellonarii, che, nel corso dei sacrifici si infliggevano ferite alle gambe e alle braccia pronunciando profezie.

Bellona, Auguste Rodin
X